Contenuti

EDU - Io sono un femminicida - Book Antique BoldDa un lato la donna. Con un passato di continua sottomissione, in cui è stata violentata, uccisa, prostituita da un genere maschile, che si ostinava a dimostrare non di essere superiore, ma di non essere inferiore a lei. Un passato che ancora oggi si fa drammaticamente presente nel linguaggio comunemente utilizzato e nei casi di femminicidio.

Dall’altro lato l’uomo. Con un passato di padri carnefici, ma ancor più disperso in un presente dove il maschile è sottoposto a continua critica, senza una nuova definizione socialmente condivisa, che superi i dettami del patriarcato, che gli impone di non provare, ma agire le emozioni. Maschio carnefice e maschio spesso anche vittima della violenza femminile.

E in mezzo il terzo tra uomo e donna, la relazione, che va curata e manutenuta costantemente, specie in una società dai legami liquidi, iper-edonistica come quella attuale. 

E in mezzo, ancora, uno scontro tra generi, in una lotta tra sessi senza alcuna utilità.

In questo saggio Giovanni Garufi Bozza analizza le ambiguità tra i generi, i limiti del femminismo e del maschilismo, e le loro potenzialità, stimolando interrogativi, sollevando discussioni e provocazioni, proponendo sul finale possibili soluzioni alla violenza di genere, che superino il modello malattia  (prevenzione) e che si situino nel modello salute (promozione), prendendo in carico le relazioni e la socio-affettività. La Psicologia della Salute, la sistemica, la bioenergetica e le costellazioni familiari fanno da sfondo al testo.

Un saggio dal titolo provocatorio, che non vuole dare risposte preconfezionate, ma stimolare le giuste domande, a partire da una premessa: è giunto il tempo di passare dal Patriarcato, morto ma non troppo, al Pari-arcato, in una cultura di rispetto della differenza.

INDICE:

Capitolo 1- Io sono femminicida, tu sei un femminicida, egli è un femminicida…

Capitolo II  – Un po’ di storia e una pesante eredità

Capitolo III – Il potere (sessista?) del linguaggio  

Capitolo IV – Stare in coppia e non ammazzarsi a vicenda 

Capitolo V – Sconosciuti a noi stessi, sconosciuti all’altro sesso 

Capitolo VI – Quali soluzioni? 

Leave a comment

Your email address will not be published.


*