Ecco come ho presentato Alina, sulle note di De Andrè

Caro Visitatore,

oggi voglio far parlare le immagini della presentazione, scrivendo pochissimo, come ho fatto il 10 aprile, nel debutto di Alina, autobiografia di una schiava. Ho fatto parlare lei, attraverso la voce di Diana Iaconetti. Ho lasciato che gli altri ne parlassero, come Lucandrea Massaro, giornalista, che ha presentato la serata e il Consigliere Comunale Giulia Tempesta, che gentilmente è venuta a dare il suo contributo politico

Io mi sono ritagliato uno spazio di pochi minuti. Perché questo è il senso del romanzo: è Alina che parla, io le ho solo prestato le mani per scrivere la sua storia e le sue emozioni. E non è facile stare nei panni di una giovane donna vittima di tratta e di costrizione alla prostituzione.

Ma sento, per ora, di aver raggiunto il risultato. Dopo la presentazione, c’è chi anche durante la cena ha voluto parlarne, con me o con gli altri presenti, in una sala gremita di gente (e ringrazio l’associazione Chiaraidea per la sua ospitalità nella splendida location di Circo Massimo).

E ora, voglio condividere le immagini della serata con te, sulle note di un grande, che di prostituzione ha parlato molto, e con una poesia eccezionale. :)

GGB

FacebookCondividi

Video recensione a “Darkwing, Libro I – La spada dai sette occhi”

cop_darkwing-libro1-fronte (1)Caro Visitatore,

è arci-noto che le recensioni video non siano proprio il mio forte, ecco perché le riservo a pochi, cimentandomi maggiormente in recensioni scritte.

Tuttavia ho voluto fare un’eccezione per il libro fantasy di Davide Cencini, Darkwing, Libro I – La spada dai sette occhi.

E’ stato un fantasy che mi ha divertito e tenuto compagnia mentre andavo a Cinisello Balsamo a ritirare il premio per il mio romanzo. E a dispetto di un titolo che non richiamava minimamente la mia curiosità, ho scoperto un talento davvero di livello.

Scoprirai di più in questa video-recensione :)

 

 

Io in TV, ospite a Poeti e Poesie :D

Caro Visitatore,

a volte ti capitano delle occasioni particolari, come quella di portare il tuo faccino e il tuo romanzo in televisione… e che fai, non le sfrutti?

Questa puntata di Poeti e Poesie è andata in onda il 19 febbraio su SKY e finalmente sono riuscito a ottenere il video. Tra le mille cose che seguo io e le altre mille che segue la persona che doveva darmi la registrazione, ne è passato di tempo perché riuscissimo a incrociarci! :D

Sono contento di condividerlo con te. Il presentatore, Plinio Perrilli, mi ha fatto delle domande davvero interessanti e non so come sia riuscito a rispondergli senza farmi prendere dall’emozione… Anche se, onestamente, un po’ di agitazione trapela…! ;)

Vari sono stati gli spunti tirati fuori, sia sui giovani che sulla psicologia :D Non ti resta che guardarlo.

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=lJY48pgByKI&w=420&h=315]

Come sempre, aggiungo un aiuto per te. Non mi piace fare le cose per me stesso, senza condividere le opportunità che questo mondo editoriale in crisi riserva. Un’occasione per me, può diventarne una per te e viceversa ed è giusto non tenere le informazioni riservate ma diffonderle, in modo da dare un’occasione ai colleghi autori emergenti di farsi pubblicità.

Dunque sono disponibile a darti tutti i contatti per partecipare alla trasmissione. Capirai bene, però, che non posso mettere mail e telefoni in bella mostra su un blog pubblico come questo. Ecco perché posso darteli solo in privato.

Li darò, come faccio sempre, a chi è iscritto al mio circolo privato, con cui ho contatti e continui e costanti, con un ricco scambio di informazioni e chicche per promuoversi ;).

Ho un circolo privato? Certo!

E quanto costa iscriversi? Nulla! :P

Devi solo registrarti alla mia newsletter: c’è un regalo di benvenuto, e non mando mai più di una mail a settimana, odiando lo spam.

In ogni mail ti racconto un po’ di me, della mia promozione, ti chiedo informazioni e suggerimenti, e ti invio continuamente un regalo. È un ottimo modo per stare in contatto, così puoi aggiornarmi anche tu su come ti stai promuovendo come autore, e di come vanno le cose.

Bene, io invio la newsletter di lunedì, quindi hai esattamente una settimana per iscriverti. Tra sette giorni manderò la mail al mio circolo privato, con tutte le informazioni per partecipare alla trasmissione, e su come è stato organizzato il dietro le quinte. Farò un solo invio, quindi non perdere l’occasione! ;)

Un abbraccio!

GGB

La mia radiointervista a Manuel Pomaro, autore de “Il sentiero che conduce a casa”

Manuel Pomaro

Caro Visitatore,

oggi ho intervistato per te Manuel Pomaro, autore di ben tre romanzi.

Manuel ci ha parlato del suo secondo libro, Il sentiero che conduce a casa, un romanzo sentimentale che ha segnato un deciso cambio di stile per lui, dopo l’esordio con il fantascientifico Ieri irreale.

Manuel ci ha parlato di sé e della sua visione dell’amore, che può essere riassunto nella sinossi de Il sentiero che conduce a casa, che contiene, a mio avviso, una delle più belle dichiarazioni d’amore mai scritte:

Anche quella sera… mise una mano in tasca e sentì che la lettera che lei gli aveva scritto prima di morire era ancora lì al sicuro. La estrasse ancora una volta: ormai era un po’ rovinata, ma con la calligrafia ancora leggibile: “Non essere triste per me, ho avuto dalla vita più di quanto avessi sperato. E poi tu mi hai anche fatto conoscere l’amore e per questo ti sarò sempre grata. Vivi e sii felice, sorridi perché il tuo sorriso possa darmi la gioia ovunque io sia, ama perché qualche altra persona abbia la fortuna che ho avuto io e ricorda sempre: gioisci per i bei momenti e impara da quelli brutti. Per sempre tua”.  

Un ultimo accenno Manuel lo ha dedicato alla sua ultima pubblicazione, Il giorno che andrà tutto bene.

Ed eccoti la tredicesima puntata di Crisalide e il link per vedere lo splendido video che la redazione di Radiovortice.it ha creato per lui, sulla pagina della puntata.

Buon ascolto e buona visione!

GGB

La mia video intervista a “Il Narratore”

Un nuovo modo per intervistare, pratico, semplice ed innovativo, al quale ho risposto con grande piacere durante un viaggio in treno verso Bologna.
Immagini, musica e parole scritte: sono questi gli ingredienti della cosiddetta video intervista.

Ringraziando Tanya d’Antoni per avermi ospitato e per il sublime e importante lavoro che fa in modo gratuito e disinteressato, per gli autori emergenti attraverso la rubrica de il Narratore, vi auguro una buona visione :)

O meglio, una buona lettura!
;)

GGB

Quando arrivò il video della misteriosa dark bolognese…

Voglio raccontarvi una storia, una delle tante legate al libro Selvaggia, i Chiaroscuri di Personalità.

Scrivere un romanzo è come gettare una pietra nell’acqua. L’impatto crea una serie di vortici, ovvero di mutamenti nella nostra vita: incontri, eventi, dibattiti, nuove conoscenze e via dicendo.
In più apre ad incontri particolari, spesso positivi.

È il caso del video che ho ricevuto nel 2011, che oggi è divenuto una sorta di trailer della storia.
Un mese dopo la pubblicazione mi scrisse una ragazza di Bologna sulla mail. Mi disse di essere un’assidua frequentatrice del sito dove era pubblicato il mio romanzo, di averlo comprato e letto tutto d”un fiato. Non mi disse il suo nome né riuscii a desumerlo dalla mail (iniziava con Black – qualcosa, non ricordo, e purtroppo non ho più la mail salvata!).

Mi scrisse un mare di complimenti sul libro, specie per il personaggio di Selvaggia che sentiva a lei molto vicino. Mi allegò poi un file compresso che conteneva un video in costruzione privo di musica. Era una sorta di trailer muto del libro, ispirato alla quarta di copertina, contenente una serie di immagini prese da internet ed inserite ad arte tra gli intervalli di testo. Mi suggerì anche la canzone da inserire, non avendo potuto farlo lei stessa per non appesantire il file al punto di non poterlo spedire via mail. La canzone era Nightwish degli Amaranth. Rimediai la canzone e la inserii nel video, gustandomi l’effetto. Mi lasciò letteralmente a bocca aperta! Io stesso non sarei riuscito a creare qualcosa di così bello!

Non ho mai saputo chi fosse quella ragazza né cosa l’avesse colpita cosi tanto del libro o del personaggio di Selvaggia. Forse era dovuto al fatto che fosse anche lei dark, chissà…?

Fatto sta che dopo questo breve scambio di mail e i miei più sentiti ringraziamenti non ebbi più notizie di lei.

La dark di Bologna scomparve nel nulla.

Ancora oggi però utilizzo il video per le presentazioni e come trailer del romanzo.

Ovviamente l’ho un poco modificato recentemente per la pubblicazione con le edizioni Drawup.

Gustatevi anche voi questo video della ragazza misteriosa :)