La presentazione di Selvaggia alla serata del Libro del Martedì Live.

559623_511397175583305_1165056007_n

Caro Visitatore,

oggi voglio stendere queste righe per raccontarti la presentazione di Selvaggia, i Chiaroscuri di Personalità, che è avvenuta a Roma a fine luglio, alla festa democratica di Roma. La serata si intitolava Il libro del martedì live, ed è il secondo appuntamento organizzato da questo gruppo di lettori per presentare gli autori emergenti. Un grosso grazie va a Ilaria, per aver organizzato e presentato l’evento.

ilaria

Presto replicheremo. Parlo con la prima persona plurale non perché presenterò Selvaggia, ma perché ho iniziato da mesi a far parte anche io di questo gruppo di lettori e mi coordinerò con Ilaria, come già fatto per questa presentazione, per organizzare nuovi eventi che promuovano live gli emergenti e le loro opere.

Breve scaletta di chi ha partecipato:

Giuseppe di Costanzo, con Tutto tranne l’amore.

Antonia Dininno, con 200 secondi.

Anna Maria Sanfile, con Il vero e il suo segreto.

Cetta de Luca, con Nata in una casa di donne.

Giovanni Garufi Bozza, con Selvaggia, i Chiaroscuri di Personalità.

Favio Carlini, con Downtown

libro liveBene, è stata quasi una serata al cardiopalma, almeno nelle fasi iniziali. Hai presente le cose belle della diretta, quei piccoli ostacoli che capitano sempre quando sei tu, proprio tu, a organizzare?

Ecco, è successo di tutto. Dal palco ancora spento, senza audio e senza luci al nostro arrivo, e alla caccia all’uomo per tutta la festa per trovare il tecnico che sapeva accendere tutto il baraccone. Dopodiché seconda caccia al tesoro per scovare le sedie, perché proprio quella sera, ovviamente, avevano deciso di organizzare due mega eventi proprio di fronte a noi, e c’è stata la carica di persone che, finché non si sono resi conto che anche dal nostro palco ci sarebbe stata una presentazione, continuavano a prendere le poche sedie e a portarle di fronte. Più ne trovavi in giro per la festa e le portavi in loco, più sparivano.

1001538_10201774787200864_1129649630_nNonostante questi piccoli handicap iniziali, la serata ha preso il via e grazie alla spontaneità di Ilaria ciascuno di noi è riuscito a presentare al meglio il proprio romanzo, con un flusso di gente che si fermava ad assistere. Una quarantina di persone fisse davanti le abbiamo avute sempre. Sconosciuti: ciascuno di noi aveva portato poche persone.

Il bello di presentare in un luogo già di per sé frequentato da persone ;)

375656_10201774795921082_1871068234_nBene, non ti ammorbo con il racconto della mia presentazione (ti dico solo che con la fatica fatta all’inizio tra sedie e caccia al famoso tecnico del palco, avevo le energie a zero). Voglio però riportarti una domanda che mi è stata posta da Giuseppe di Costanzo, che ha letto il mio romanzo nelle settimane antecedenti alla presentazione.

Mi ha detto di aver apprezzato il modo quasi irrealistico con cui i tre personaggi del mio romanzo (Daniel, Selvaggia e Martina) si incontrano. Un modo talmente irreale da sembrare invece reale, perché la vita è piena di coincidenze inaspettate. Mi ha chiesto se questo irrealismo, da lui apprezzato, fosse voluto oppure no.

Selvaggia, di Giovanni Garufi BozzaÈ voluto. Probabilmente avrei potuto giocare di più con i tre personaggi, svelare solo alla fine il nodo centrale, ovvero la doppia personalità di Selvaggia/Martina, eppure dall’inizio non si fa mistero che Daniel conoscerà subito entrambe e che la ragazza ha questa patologia. È una scelta voluta perché la Gestalt che a me interessava mostrare al lettore è il perché questa ragazza sia doppia. Tutto ciò che c’è da scoprire è il motivo della doppiezza e di questa maschera che Martina ha deciso di indossare, è un viaggio vorticoso assieme a Daniel nel mondo matto e contraddittorio di questa ragazza. Le domandw che volevo che il lettore si ponessero di fronte a questo testo sono: chi è Selvaggia, perché soffre di doppia personalità, come l’autore scioglierà tutto questo viluppo?

Il resto fa da sfondo, serve unicamente per esaltare le immagini che volevo mostrare al lettore. Ecco perché Daniel, Martina e Selvaggia si incontrano subito, grazie a una serie di coincidenze talmente irrealistiche da essere reali ;)

969782_10201774785440820_2044665137_nGrazie a Giuseppe per questa domanda e questo commento, grazie agli autori che hanno preso parte a questa presentazione, grazie a Ilaria e alla sua spontaneità (sembra nata per stare sul palco sotto i riflettori, beata lei!) e naturalmente grazie a chi è venuto ad ascoltarci, per un breve attimo o per tutta la serata.

Da ultimo, mi piace ricordare che questa serata è stata dedicata a un giovane ragazzo che spesso frequentava la festa democratica e faceva politica assieme a me e ai tanti ragazzi iscritto alla giovanile del PD Roma: Federico Mancini, un ventenne che un tragico, inaspettato e immotivato blocco del cuore ha fatto volare in cielo.

Siamo piccoli soffi di vita che spesso una folata di vento inaspettata fa volare via.

Ciao Federico!

GGB

 

FacebookCondividi

La recensione a Selvaggia del libro del martedì :)

559623_511397175583305_1165056007_nCaro Visitatore,

si chiama Il libro del Martedì, ed è un gruppo di lettori e recensionisti, coordinato da Paola Etta, che si possono contattare su youtube e facebook. Non è un gruppo qualunque, ci sono persone provenienti da tutta Italia, e periodicamente sono contattati anche dalle grandi case editrici perché recensiscano le loro nuove pubblicazioni. Recentemente hanno intervistato Caterina Bonviso

Mica robetta ;)

Proponendo il proprio libro, danno una risposta chiara, semplice e che personalmente ho molto apprezzato. Il tuo libro sarà condiviso con il gruppo, non appena qualcuno deciderà di leggerlo, verrai avvisato. Ti avvertiamo che la recensione potrebbe anche essere negativa.. 

Ecco la frase che mi ha convinto a partecipare! Un gruppo che prevede la possibilità di una recensione negativa è un gruppo composto da persone che valutano uno scritto con oggettività, senza richiedere alcun tornaconto personale.

Prima di condividere il la recensione, voglio parlarti di quello che è accaduto dopo che ho inviato il libro. Dopo qualche giorno, sono stato contattato da Ilaria (ti linko il nome perché tu possa seguire il suo canale youtube, davvero interessante: soliloquiamente). Mi scrive che ha scelto di leggere il mio libro…

Hai presente una carica emotiva che ti investe letteralmente? Sia via facebook che via telefono mi mostra un incredibile entusiasmo per Selvaggia, tale da lasciarmi letteralmente senza parole dall’emozione! Ora, non è facile zittirmi, di solito so rispondere tanto ai complimenti che alle critiche, apprendendo da entrambi. Questa volta sembravo un balbuziente al telefono, che spiccicava Grazie! in quantità industriale, incapace di dire altro.

Oltre ai complimenti sono arrivati interessanti collegamenti, uno in particolare ha acceso tutta la mia attenzione, ed è quello con Nietzsche, che ho iniziato a leggermi ed apprezzare, scoprendo che in questo filosofo trionfa il problema della della personalità.

Solo se riusciamo a scoprire il mistero della nostra persona ci sarà possibile penetrare in una regione in cui il fondamento esistenziale della vita si lasci avvicinare e rilevare dall’uomo, senza che per questo l’uomo abbia la possibilità e il diritto di determinare una chiara comprensione di quella regione in cui, per grazia della decisione di affrontare il mistero che cela in sè, è potuto penetrare.

Mi si è aperto un mondo: sapere di non sapere è il primo passo per conoscere :D

Ed ecco la video recensione:

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=pJ0O0fFLqvE]

A breve sarò intervistato dalla stessa Ilaria e organizzerò con loro delle serate di presentazione di Selvaggia, i Chiaroscuri di Personalità.

Già, perché se il libro piace, ti aiutano a promuoverlo :)

E ho una news! Recentemente ho avuto uno scambio con Paola Etta e stiamo mettendo a punto una collaborazione tra il mio blog, Radiovortice e Il libro del Martedì.

Concludo, ringraziando prima di tutto Ilaria, per tutto quello che ha detto e fatto per me. E’ bello trovare persone che apprezzano con tanto entusiasmo quello che hai scritto. E’ una persona che ha tanti progetti verso gli emergenti (autori, musicisti e attori che siano) e spero di riuscirla ad aiutare in tal senso.

In secondo luogo, ma non meno importante, ringrazio Paola Etta e tutti i membri del gruppo, per il lavoro che portano avanti attraverso le recensioni, gli hangouts, le interviste e le presentazioni, utilissimo agli emergenti per uscire dal silenzio che li circonda :)

Ti saluto, consigliandoti di contattare il Libro del Martedì!

A presto!

GGB